Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti: continuando la navigazione ne accetti l'uso. Acconsento Vorrei maggiori informazioni
Naviga nel sito del Dipartimento:
Naviga nel sito della Didattica:

Laurea in Ingegneria dell'Informazione

Obiettivo del Corso di Laurea in Ingegneria dell'Informazione è formare laureati nell'ambito dell'Information and Communications Technology (ICT) per rispondere alla grande domanda di esperti nel settore che la società di oggi richiede. La preparazione consente di comprendere i principi di funzionamento dei moderni sistemi elettronici, di controllo, di elaborazione dell'informazione e di telecomunicazione.

Il Corso di Laurea si articola in quattro percorsi formativi:

  • Ingegneria Automatica;
  • Ingegneria Elettronica;
  • Ingegneria Informatica;
  • Ingegneria delle Telecomunicazioni.

L'attività formativa mira a dotare il futuro laureato di una solida formazione di base e di una preparazione ingegneristica a largo spettro attraverso gli insegnamenti comuni dei primi due anni e di una preparazione specialistica, per ciascun percorso formativo, nel terzo anno.

Il corso degli studi si articola sulle seguenti principali attività:

  • attività formative di base nelle discipline matematiche, fisiche ed informatiche, prevalentemente nel I anno;
  • attività formative generali nel campo dell'ingegneria dell'informazione, prevalentemente nel II anno;
  • attività formative specifiche di ciascun percorso formativo nel III anno;
  • attività aggiuntive, che includono anche le discipline economico-organizzative, attività affini, nonché corsi professionalizzanti e laboratori, attività di tirocinio e consolidamento della conoscenza/pratica di una lingua straniera.

Sbocchi occupazionali

Il Laureato in Ingegneria dell'Informazione  avrà le conoscenze necessarie per il proseguimento degli studi presso Master o Corsi di Laurea Magistrale in ambito ICT o per un proficuo inserimento nel mondo del lavoro. Previo superamento dell'esame di stato, il Laureato in Ingegneria dell’Informazione potrà iscriversi all'Albo degli Ingegneri Sezione B (Ingegnere dell'Informazione junior). Gli sbocchi occupazionali possono essere diversi a seconda del percorso formativo seguito.

Percorso formativo INGEGNERIA  AUTOMATICA. Il naturale sbocco professionale del laureato del percorso formativo di Ingegneria Automatica riguarda aziende, enti, istituti che forniscono servizi attraverso l’utilizzo di sistemi dell’automazione ad esempio, nei settori della Pubblica Amministrazione, della finanza, delle comunicazioni, dei trasporti, della distribuzione, della manutenzione, del controllo della qualità o che realizzano prodotti che includono componenti informatici (quali sistemi dedicati, sistemi di controllo, prodotti elettronici, circuiti integrati). Alcune figure professionali che corrispondono alle capacità suddette sono qui di seguito elencate: programmatore di sistemi robotizzati, progettista di sistemi di controllo automatico continuo o ad eventi, addetto al controllo della qualità.

Percorso formativo INGEGNERIA ELETTRONICA. Il naturale sbocco professionale del laureato nel percorso formativo in Ingegneria Elettronica consiste nello svolgere attività in aziende che progettano, producono o utilizzano componenti, sistemi e apparati elettronici complessi, in cui vengano richieste competenze sia di hardware che di software. Come esempi si possono citare industrie che producono componenti, sistemi e strumentazione elettronici, industrie aeronautiche e del settore spaziale, industrie che producono apparati o servizi per le telecomunicazioni, o industrie del settore sensoristico. Altri possibili sbocchi lavorativi si trovano in aziende ed enti che forniscono servizi attraverso l?utilizzo di sistemi elettronici, sia nel settore pubblico che privato. Alcune figure professionali che corrispondono alle capacità suddette sono qui di seguito elencate: progettista di componenti o sistemi elettronici, addetto alla produzione di componenti e sistemi, addetto alla gestione di sistemi elettronici.

Percorso formativo INGEGNERIA INFORMATICA. Il naturale sbocco professionale del laureato nel percorso formativo in Ingegneria Informatica riguarda aziende-case produttrici (software house) di software e applicazioni informatiche, aziende, enti, istituti che forniscono servizi attraverso l’utilizzo di sistemi per l’elaborazione dell’informazione (ad esempio, nei settori della Pubblica Amministrazione, della finanza, delle comunicazioni, dei trasporti, della distribuzione, della manutenzione, del controllo della qualità), che si avvalgono di prodotti informatici nei processi produttivi (ad esempio, industria robotica, siderurgica, della produzione di energia) o che realizzano prodotti che includono componenti informatici (quali sistemi dedicati, sistemi di controllo, prodotti elettronici, circuiti integrati). Alcune figure professionali che corrispondono alle capacità suddette sono qui di seguito elencate: programmatore, analista programmatore, esperto di applicazioni web (progetto e sviluppo), sistemista di rete, esperto di gestione applicativi e basi dati, consulente per la vendita e l’applicazione di tecnologie informatiche.

Percorso formativo INGEGNERIA DELLE TELECOMUNICAZIONI. Il laureato nel percorso formativo in Ingegneria delle Telecomunicazioni trova dirette opportunità di impiego, con capacità di ricoprire ruoli in ambito di i) supporto alla progettazione sviluppo e collaudo presso aziende che progettano e/o producono componenti, sistemi ed apparati per le telecomunicazioni, e ii) responsabilità dirette in configurazione, diagnostica e aggiornamento presso operatori di rete che gestiscono complessi sistemi di telecomunicazione, in aziende e enti (pubblici e privati) che forniscono servizi attraverso l’utilizzo di sistemi di telecomunicazione e telematici. A tale riguardo è importante sottolineare che l’organizzazione del percorso formativo e i contenuti dei moduli didattici specialistici sono stati concepiti per fornire al laureato una preparazione adeguata e aggiornata nel campo delle più moderne tecnologie delle telecomunicazioni, con particolare attenzione all’integrazione tra tecnologie delle telecomunicazioni e mondo Internet. Alcune figure professionali (reperibili in diversi contesti di codificazione) che corrispondono alle capacità suddette sono di seguito elencate: progettista delle telecomunicazioni, responsabile di rete, a cui corrispondono anche i primi livelli di competenze certificate nell'ambito dei percorsi CISCO (tramite la Local Academy che è attiva da anni presso il Laboratorio di Telecomunicazioni) e Juniper.

Gli avvisi didattici relativi ai corsi di laurea erogati nell'area Ingegneria dell'Informazione sono disponibili nella sezione notizie.

Ordine degli Studi 

Didattica 

Organizzazione 

Il presidente del Corso di Laurea in Ingegneria dell'Informazione è Daniele Frigioni.

Qualità 

Attenzione: Le informazioni aggiornate sulla valutazione della didattica per questo corso di laurea sono consultabili all'indirizzo www.ing.univaq.it/valutazione/.