65 Anniversario della morte di Alan Turing

Il 7 Giugno 1954 si spegneva Alan Turing. Uno dei padri dell'informatica e uno dei più grandi matematici del XX secolo. A lui si devono molte cose, fra cui probabilmente la fine della seconda guerra mondiale, l'omonima macchina e gli studi sulla teoria computazionale. E' stato un filosofo, un matematico, ed un grande cryptoanalista. Purtroppo nell'Inghiterra Vittoriana, non gli era concesso di essere molto, ma non se stesso.

In molti oggi, nel 65° anniversario della sua morte, gli rendono onore: lo fa il New York Times in un appassonato articolo pubblicato due giorni fa dove piuttosto che i suoi indiscussi meriti scientifici, si raccontano le difficoltà e le vessazioni psicologiche alle quali fu sottoposto per via della sua omosessuolità. Lo facciamo anche noi del Dipartimento di Ingegneria e Scienze dell'Informazione e Matematica, dedicandogli una targa che verrà affissa nella Sala Seminari dell'omonimo edificio a lui dedicato.

He was a national treasure, and
we hounded him to his death
(John Graham-Cumming)


Related topics